Català | Castellano | English | Français | Deutsch | Italiano | Galego | Esperanto
En aquest lloc «web» trobareu propostes per fer front a problemes econòmics que esdevenen en tots els estats del món: manca d'informació sobre el mercat, suborns, corrupció, misèria, carències pressupostàries, abús de poder, etc.
Home | Chi siamo? | Contatto ed e-mail | Blog

• Scritti di opinione.

Pubblicazioni del Centro:

Breve storia della moneta.
Agustí Chalaux de Subirà, Brauli Tamarit Tamarit.

Il Capitalismo Comunitario.
Agustí Chalaux de Subirà.

Uno strumento per costruire la pace.
Agustí Chalaux de Subirà.

Leggende semitiche sulla banca.
Agustí Chalaux de Subirà.

Moneta telematica e strategia di mercato.
Magdalena Grau, Agustí Chalaux.

Omaggi e biografie:

Note autobiografiche di Agustí Chalaux de Subirà (1911-2006).


Annesso: Esempi di invenzione bancaria di danaro

Cercheremo di esporre il meccanismo per la creazione di danaro da parte delle banche, in modo da poter vedere i risultati nel caso ipotetico di un versamento iniziale di 100.000 pesetas (che nella realtà solo avviene in modo più limitato a causa di molti fattori).

Supponiamo che le banche tengano in cassa (sia per prudenza sia perchè la legge li obbliga), a disposizione dei loro clienti, un 10 per cento dei depositi effettuati in conti correnti alla vista.

Supponiamo ancora che in questo processo i privati che intervengono non chiedano mai il pagamento in biglietti, e che tutto venga versato in conti correnti alla vista.

E finalmente, supponiamo che le banche concedano il 90 per cento di ogni nuovo versamento in crediti.

Versamento iniziale: 100.000.
Credito creato: 90.000.
Versamento seguente: 90.000.
Credito creato: 81.000.
Versamento seguente: 81.000.
Credito creato: 72.900.
Versamento seguente: 72.900.
Credito creato: 65.610.
Versamento seguente: 65.610.
Credito creato: 59.049.
Versamento seguente: 59.049.
Credito creato: 53.145.
Versamento seguente: 53.145.
Credito creato: 47.831.
Versamento seguente: 47.831.
Credito creato: 43.048.
Versamento seguente: 43.048.
Credito creato: 38.744.
Versamento seguente: 38.744.
Credito creato: 34.870.
Versamento seguente: 34.870.
Credito creato: 31.383.

Non è il caso di andare avanti, quello che si vuole dimostrare è che abbiamo una progressione geometrica. La somma corrisponde alla seguente formula:
quantità iniziale
Somma = --------------------
1- tasso

100.000 90.000
Somma = ----------------... Somma = ------------
1 - 0,9 1 - 0,9

Totali 1.000.000 900.000

Cioè, con un coefficiente di cassa del 10 per cento, il versamento effettivo diventa 10 volte maggiore grazie al credito.

Con un coefficiente del 20 per cento, il denaro aumenta 5 volte.

In definitiva, la moneta (mezzo di pagamento) viene creata:

· dal banco centrale attraverso monete metalliche e biglietti di carta in una proporzione bassa (attorno al 10 per cento con una tendenza a diminuire);

· dall'insieme del sistema bancario per mezzo dell'espansione del credito e degli assegni e dei conti correnti alla vista.
.......................................................................................................................

Vediamo ora un altro esempio degli effetti del credito nella variazione dei conti di una banca e dei suoi clienti, senza che la banca abbia bisogno di limitarsi al coefficiente di cassa perche sa che i due clienti manterranno i loro saldi in banca e pagheranno con assegni.

Supponiamo che c'è solo una banca (l'insieme del sistema bancario) e due clienti che la banca considera solventi, che in più sono anche clienti l'uno dell'altro. In questo caso la banca può dare un credito superiore ai depositi, se è sicuro che la quantità annotata nel conto corrente di credito passerà da questo a un altro conto corrente.

Il 1º gennaio la banca ha un deposito di 50 unità monetarie in contanti. I due conti correnti dei clienti (una ditta è un calzaturificio e l'altra una ditta di conciatori) sono vuoti, lo stesso che il conto di riscossione d'interessi della banca.

Questo si mostrerà nel seguente modo (D: debito; H: avere; S: saldo) per ogni conto:

C/c calzaturificio C/c conciatori C/interessi C/banca
................
.............
Il 1º gennaio la banca da un credito di 100 al calzaturificio.
.................
Il 5 gennaio il calzaturificio compra cuoio ai conciatori per valore di 100 (e paga con un assegno).
....................
Il 1º luglio ha venduto le scarpe a 150 e versa l'incasso in banca.
.....................
Il 1º luglio il calzolaturificio restituisce il credito al 20 per cento annuale, cioè al 10 per cento semestrale.
....................
Il saldo finale delle operazioni è:
......................

Con un deposito iniziale di 50 la banca può aver ottenuto - secondo questo esempio semplificato -, e grazie al credito, dei depositi congiunti di 200 (4 volte di più), sui quali può concedere altri crediti. Inoltre ha ottenuto il 10% di interessi che, sui 50 iniziali, fanno un 20 per cento semestrale, cioè un 40 per cento annuale.

Se i clienti ritirassero in contanti il loro danaro, la banca si troverebbe in una situazione compromessa, dato che in contanti ha soltanto il deposito iniziale di 50. Questo è quanto succede quando i clienti perdono la fiducia in una banca (o nel sistema bancario): tutti voglio ritirare i loro soldi. Ma fuori da questo caso, che si cerca in tutti i modi che non succeda (le banche in crisi vengono aiutate o comprate), la situazione è sempre di un indebitamento proficuo. Bisogna far notare che la banca è un'attività molto speciale. Quando va bene distribuisce degli utili agli azionisti, quando va male, lo Stato, se vuole, ne può garantire la viabilità con i soldi dei contribuenti.

Per finire, esporremo alcune delle ragioni per le quali gli autori (Heilbroner/Thurow) credono che non vengono superati i "limiti" dell'espansione del credito:

1. Soltanto gli aumenti netti dei crediti generano un incremento dei depositi bancari, cioè quando la quantità dei crediti concessi é superiore a quella dei crediti restituiti.
2. L'aumento dell'offerta monetaria a partire dall'aumento di un solo deposito è in rapporto con la parte che deve conservare come riserva obbligata (se è una quinta parte, sarà cinque volte di più; se è una quarta parte sarà tre volte di più).
3. Il processo di espansione monetaria può funzionare alla rovescia, cioè, che ci sia una diminuzione netta dei depositi. Se a un'espansione originale dei depositi corrisponde un'espansione multipla, una contrazione originale può portare a una contrazione multipla retta dagli stessi coefficienti di riserva. Una diminuzione di 100.000 con un coefficiente di riserva del 20 per cento significa una riduzione di 500.000.
4. Il processo espansivo può non venire completato, sia perchè non sempre sono necessari i crediti, sia perchè non sempre gli assegni vengono versati, dato che possono anche convertirsi in contanti.
5. Il processo espansivo del credito è lento. Le banche non concedono i crediti in modo immediato quando aumentano le loro riserve, e i clienti non espandono in modo immediato le entrate dei crediti bancari. I ritardi della banca sono troppo variabili per permetterci di predire esattamente il tempo che un aumento originale dei depositi ci metterá a espandersi attraverso il sistema bancario, ma con sicurezza il tempo che ci mette a fare due "giri" è solo questione di mesi.



Home | Chi siamo? | Contatto ed e-mail